Biblioteca CAI Somma Lombardo

Muro io ti mangio

Quando
03 November 2023
Orario
21:00 — 23:00
Categorie
Comunicazioni, Conferenza/Dibattito, Libri

Eccoci con il secondo appuntamento del nostro programma di serate:

Venerdì 3 novembre, presso la nostra Sede sociale, alle ore 21:00
INGRESSO LIBERO
“Muro io ti mangio!”

“Muro, io ti mangio!” è un libro realizzato a più mani, in cui si avverte il confluire di diverse sinergie, interessi, passioni, linguaggi e punti di vista. Refrattario ad ogni catalogazione, in quanto non ascrivibile entro un genere ben preciso, sconfina in vari ambiti: dalla storia alla leggenda, dalla scienza all’ecologia, dall’etnobotanica alla gastronomia, danzando con i piedi della poesia e dell’arte.

Gli autori

Carlo Bava nasce a Cannobio nel 1955 e coltiva da una vita tre passioni: la medicina, la musica e la fotografia artistica. Con i suoi scatti cerca di catturare l’essenza vitale delle piante che incontra. Le sue immagini illustrano numerose pubblicazioni. È autore di video, documentari e cortometraggi.

Alessia Zucchi nasce a Verbania nel 1970 e si diploma, nel 1993, presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, a Milano. Il suo percorso artistico privilegia l’utilizzo di matita, acquerello e incisione. Il suo sguardo indugia volentieri su foglie e fiori, alla continua ricerca di emozioni da cogliere e restituire in arte. Ha esposto in numerose mostre collettive e personali in Italia e all’estero.

Maria Cristina Pasquali nasce a Verbania nel 1955 ed è attiva nel campo della divulgazione culturale e naturalistica. Insegue un sogno: far dialogare tra loro letteratura, poesia, arte, scienze, gastronomia e tecnica. Viaggia alla ricerca delle interazioni tra uomo, emozioni e ambiente. È autrice di numerose pubblicazioni e consulente della trasmissione GEO di RAI3.

Nel 2020 danno corpo a Ekium, un collettivo immaginario, nato come evoluzione del percorso di ricerca iniziato nel 2018 da AlessiaCarlo e Maria Cristina con la pubblicazione della prima edizione di Muro, io ti mangio! Il suo nome richiama, da una parte, quello di un’erba molto amata: Echium vulgare, la Viperina. Dall’altra fa pensare a un’eco, quella che si vorrebbe amplificasse e restituisse le provocazioni artistiche, poetiche ed etnobotaniche lanciate dai tre verso l’esterno. È del 2019 la realizzazione dell’opera a più mani Sinfonia verde: una serie coordinata di ritratti di piante (incisioni e fotografie), osservate e interpretate attraverso inusuali sfumature di colore, è stata fatta dialogare con il pubblico in diverse sedi espositive. Nel 2021 viene realizzato il progetto Inferenze, che vede tra i protagonisti i Pantoni dell’anno: 17-5401 Ultimate Gray e 13-4607 Illuminating. Si tratta, non a caso, di colori molto simili a quelle dei frutti e dei fiori del Tarassaco, l’erba a cui è stato dedicato il percorso di ricerca e approfondimento.