Ero povero ma disertore
0 0 0

Ero povero ma disertore

Titel und Beiträge: Ero povero ma disertore

Daten der gedruckten Musik: [Parte]

Physische Beschreibung: 1 parte (p. 572-574)

Sprache: ita (Sprache des Texts, Filmmusik, usw.)

Notizen des Inhaltes:
  • Testo: 1. Ero povero ma disertore e disertai dalle mie frontiere, è Ferdinando l'imperatore che mi ha perseguità. 2. Valli e monti ho scavalcato e dai gendarmi ero inseguito, quando una sera mi addormentai e mi svegliai incatenà. 3. Incatenato le mani e i piedi e in tribunale mi hanno portato, ed il pretore mi ha domandato: « Perché mai sei incatenà? » 4. Io gli risposi francamente: « Camminavo per la foresta quando un pensiero mi viene in testa: di non fare mai più il soldà. » 5. Caro padre, che sei già morto, e tu, madre, che vivi ancòra, se vuoi vedere tuo figlio alla tortura condannato senza ragion. 6. O compagni che marciate, che marciate al suon della tromba, quando sarete là sulla mia tomba griderete pietà di me! Variante: 1. Sono un povero disertore, valicai le mie montagne, ché Ferdinando l'imperatore el me ha perseguità. 2. Dalle guardie io ero seguìto, valli e monti io pur scavalcai, ma una sera che mi addormentai mi svegliai incatenà. 3. Con catene alle mani ed ai piedi in prigione mi han trasportato: « Sono un povero vecchio soldato, e perché sono qui prigionier? » 4. O mio padre, perché tu sei morto? E tu, madre, perché vivi ancòra? Gemo in ceppi, ma non mi ristora la condanna ch'è senza ragion. Variante (adattamento dei partigiani): 1. Sono povero ma disertore e disertavo per la foresta quando un pensiero mi vien, mi viene in testa di non fare mai più il soldà. 2. Monti e valli ho scavalcato e dai fascisti ero inseguito quando una sera m'ado... m'adormentai e mi svegliai incatenà. [...] 6. O soldati che marciate, che marciate al suon della tromba, quando sarete su la... su la mia tomba griderete pietà di me. Bibliografia: P. Jahier, V. Gui, Canti di Soldati, Casa musicale Sonzogno, Milano 1919, p. 14. M. Griffini, I canti del fante, serie Etico-sociale (Folklore), Istituto Storiografico della Mobilitazione, Alfieri & Lacroix, Roma 1922, p. 50. R. Leydi, I canti popolari italiani (scelti e annotati con la collaborazione di Sandra Mantovani e Cristina Pederiva), Mondadori, Milano 1973, pp. 361 e sgg. P. Fugazza, Di qua e di là dal Serio, Carrara, Bergamo 1976. A. Pedrotti, L. Pigarelli, Canti della montagna, Edizioni Foto f.lli Pedrotti, Trento-Bolzano, p. 37. A.V. Savona, M.L. Straniero, Canti della grande guerra, Garzanti, Milano 1981, p. 572. Discografia: Il povero soldato, n. 2, trascrizione di Vittorio Gui e Pietro Jahier, gruppo del Nuovo Canzoniere Italiano (Fausto Amodei, Sandra Mantovani e M.L. Straniero), I Dischi del Sole, DS 13. O Gorizia tu sei maledetta, antologia di canti contro la guerra, I Dischi del Sole, DS MC/7. Ci ragiono e canto, rappresentazione popolare in due tempi su materiale originale curato da C. Bermani e F. Coggiola, regia di D. Fo, I Dischi del Sole, DS 119/21 e DS MC/2. Maledetta la guerra e i ministri, a cura di S. Boldini, Duo di Piadena, disco Cetra, serie Folk, LPP 316.
Alle zeigen

Letzte eingegebene Rezensionen

Keine Rezension

Code zu integrieren

Den darunter liegende HTML Code auf Ihrer Website kopieren und einfügen.