Non ti ricordi, Giulietta mia cara


Datum: Prima del 1920
Sprache:
Land:
Notiz:
  • Testo: 1. Non ti ricordi, Giulietta mia cara, non ti ricordi il ventiquattro maggio? Un lungo treno varcava i confini (e trascinava migliaia degli alpini) su, su, correte, è l'ora di partir. 2. Dopo tre giorni di strada ferrata e altri due di lungo cammino siamo arrivati sul Monte Canino e a ciel sereno dobbiamo riposar. 3. Non più coperte, lenzuola e cuscini, non più si sente l'amor dei tuoi baci, là si sentivano gli uccelli più rapaci e da lontano il rombo del cannon. 4. Alla mattina il tenente fa sveglia, il capitano raduna i plotoni e sulle cime degli alti burroni là tutti insieme fucile si sparò. 5. Se avete fame guardate in alto, se avete sete tazzina alla mano, se avete sete tazzina alla mano, qui c'è la neve che ci ristorerà. 6. E più di dieci ne ho visti cadere, e più di cento ne ho visti scappare, là si sentivano, sentivano gridare . « Su, su, arrendiamoci, restiamo prigionier. » Bibliografia: A.V. Savona, M.L. Straniero, Canti della grande guerra, Garzanti, Milano 1981, p. 581. Discografia: Addio padre, a cura di P. Boccardo, G. Bosio e T. Savi, I Dischi del Sole, DS 304/6.

 

CATALOGO UNICO DEI BENI CULTURALI DEL MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA - CAI-TORINO
BIBLIOTECA NAZIONALE CAICENTRO DOCUMENTAZIONE MUSEOMONTAGNA
 CINETECA STORICA E VIDEOTECA MUSEOMONTAGNA
 BIBLIOTECHE SEZIONALI DEL CLUB ALPINO ITALIANO

  

 

 


Gefunden 1 Dokumente.

Non ti ricordi, Giulietta mia cara
0 0 0

Non ti ricordi, Giulietta mia cara