CATALOGO UNICO DEI BENI CULTURALI DEL MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA - CAI-TORINO
BIBLIOTECA NAZIONALE CAICENTRO DOCUMENTAZIONE MUSEOMONTAGNA
 CINETECA STORICA E VIDEOTECA MUSEOMONTAGNA
 BIBLIOTECHE SEZIONALI DEL CLUB ALPINO ITALIANO

  

 

 


Include: all following filters
× Date 2002

Found 11 documents.

I bruti di Val Rosandra
0 0 0
Modern Books

Dalla Porta Xidias, Spiro <1917-2017 >

I bruti di Val Rosandra / Spiro Dalla Porta Xidias

Brescia : Nordpress, 2002

Campo base ; 18

Montanaia
0 0 0
Modern Books

Dalla Porta Xidias, Spiro <1917-2017 >

Montanaia : cento anni di storie e segreti del Campanile / Spiro Dalla Porta Xidias ; disegni originali di Napoleone Cozzi e Mauro Corona ; ricerche d'archivio di Bepi Pellegrinon

Belluno : Ns (Nuovi sentieri) editore, 2002)

La seconda morte di Mallory
0 0 0
Modern Books

Messner, Reinhold <1944- >

La seconda morte di Mallory / Reinhold Messner ; traduzione Orsetta Barbero Lenti

Torino : Bollati Boringhieri, 2002

Varianti

Abstract: Nel 1924, lo scalatore inglese George Mallory, insieme al compagno Andrew Irvine, tentò la prima conquista dell'Everest. Entrambi morirono nell'impresa - era il terzo tentativo - ma nessuno ha mai saputo dire con certezza se prima o dopo aver raggiunto la cima. Di sicuro, entrambi furono avvistati a circa 250 metri dalla vetta, prima di scomparire per sempre dietro alle nubi. Poi, nel 1999, il ritrovamento del corpo perfettamente conservato di Mallory ha riproposto questa storia leggendaria. Purtroppo Mallory non aveva con sé la macchina fotografica che avrebbe potuto confermare o meno il compimento dell'impresa. E non fu mai ritrovata tra le sue cose neppure la foto della moglie che Mallory si dice intendesse lasciare sulla cima a testimonianza della sua conquista. Reinhold Messner affronta l'enigma della fine del suo predecessore, George L. Mallory, e ci offre una ricostruzione insieme documentata e romanzesca. Attraverso la vicenda pionieristica di Mallory, riletta alla luce della propria esperienza e ricostruita al di là del mito, l'autore di questo racconto accompagna il lettore sulla scena himalayana, quando era ancora sede d'imprese eroiche, prima di diventare meta turistica per comitive. E fornisce, forse, la soluzione dell'enigma.

L'altro uomo dell'Everest
0 0 0
Modern Books

Summers, Julie

L'altro uomo dell'Everest : la vita di Sandy Irvine / Julie Summers ; traduzione di Paola Mazzarelli

Torino : Centro documentazione alpina, 2002

Abstract: L'8 giugno del 1924 George Mallory e Andrew Sandy Irvine partirono verso la vetta dell'Everest. Alle 12.50, per un breve istante, le nubi che avvolgevano la cima si aprirono, e un loro compagno che stava salendo al campo 6 li scorse distintamente stagliati contro il cielo, sopra un salto di roccia, a breve distanza dalla vetta. I due non fecero mai ritorno, ma da sempre c'è chi sostiene che prima di scomparire nelle nuvole e nella leggenda abbiano raggiunto la cima dell'Everest, 29 anni prima di Hillary e Tenzing. Il ritrovamento del corpo di Mallory, nel 1999, non ha svelato il mistero; la discussione è ancora aperta. Come mai il grande Mallory aveva scelto per compagno proprio l'alpinista più giovane e inesperto della spedizione? Di Irvine si è sempre saputo poco, e sulla strana scelta di Mallory sono state fatte le ipotesi più azzardate. L'altro uomo dell'Everest, scritto da una pronipote di Irvine, rivela la personalità di quel giovane di 22 anni chiamato da Mallory a condividere la responsabilità e la gloria della prima ascensione della vetta più alta del mondo. Che forse i due hanno raggiunto davvero.

Legato ma libero
0 0 0
Modern Books

Berhault, Patrick <1957-2004>

Legato ma libero : la traversata delle Alpi / Patrick Berhault ; traduzione di Pietro Crivellaro

Torino : Vivalda, 2002

Abstract: Diario della traversata integrale delle Alpi con 22 ascensioni, compiuta in 167 giorni tra l'autunno 2000 e l'inverno 2001

Climbing free
0 0 0
Modern Books

Hill, Lynn <1961- >

Climbing free : la mia vita nel mondo verticale / Lynn Hill

Torino : Cda e Vivalda, 2002

Abstract: Il 9 maggio 1989 è un giorno che Lynn Hill non dimenticherà mai. La climber americana, che ha ventotto anni, arriva a Buoux in Provenza, uno dei santua-ri dell'arrampicata europea. Lasciata ai piedi della falesia l'auto fiammante appena vinta in una gara a Monaco di Baviera, l'atleta, salita una via di riscaldamento, si appresta a calarsi sulla corda trattenuta dal basso dal marito. Nell'attimo in cui si getta nel vuoto si rende conto con terrore che la corda non è annodata all'imbragatura. È finita. Un volo di ventiquattro metri non perdona. Invece, grazie a un cespuglio frondoso, accade il miracolo: Lynn se la cava con una botta tremenda e un gomito mezzo rotto. Così comincia l'autobiografia della donna che ha toccato i limiti estremi dell'arrampicata sulle più difficili pareti del mondo. La storia straordinaria di Lynn Hill è anche quella di uno sport nuovo che ha tagliato i ponti con l'alpinismo classico.

Cento anni sul campanile di Val Montanaia
0 0 0
Modern Books

Cento anni sul campanile di Val Montanaia : convegno : Cimolais, 21 settembre 2002 / atti a cura delle Sezioni Cai di Cimolais e Pordenone

[S. l. : s. n.], stampa 2002 (Pasian di Prato : Lithostampa)

Un posto in cielo
0 0 0
Modern Books

Bukreev, Anatolij <1958-1997>

Un posto in cielo : i diari di un eroe inconsapevole / Anatolij Bukreev ; a cura di Linda Wylie ; introduzione di Galen Rowell ; traduzione di Mary Archer

Torino : Cda e Vivalda editori, c2002

Abstract: Anatolij Bukreev è l'uomo che in una notte di tempesta, nel 1996, lasciò a più riprese un campo sopra gli 8000 metri, da solo e senza ossigeno, per soccorrere un gruppo di alpinisti dispersi sull'Everest - senza arrestarsi prima di averli trovati tutti e aver portato in salvo quelli che erano ancora vivi. La presentazione di Galen Rowell riprende e conclude con competenza e autorevolezza la polemica scatenata dalle ingiuste accuse dell'alpinista americano Jon Krakauer nei confronti di Bukreev in occasione della tragedia sull'Everest. Galen Rowell parla della grandezza di Bukreev, e Linda Wylie nel suo saggio introduttivo che fa luce sull'ambiente da cui Bukreev proveniva e sulla situazione in cui tutti gli alpinisti sovietici vennero a trovarsi con il crollo del comunismo e l'azzeramento delle risorse destinate all'alpinismo, mette l'accento sulla sua profonda umanità. Grandezza e umanità emergono come una rivelazione dagli scritti di una semplicità e una schiettezza disarmanti di questo figlio del popolo, come amava definirsi, teso al suo dovere di alpinista e di uomo, totalmente inconsapevole del proprio eroismo.

Alpi Aurine
0 0 0
Modern Books

Cammelli, Fabio - Beichircher, Werner

Alpi Aurine : Brennero, Gran Pilastro, Vetta d'Italia / F[abio] Cammelli e W[erner] Beikircher

Milano : Club alpino italiano : Touring club italiano, 2002

Abstract: Collana storica del Touring Club Italiano realizzata con il prezioso contributo del Club Alpino Italiano. Nata nel 1934, rappresenta il più completo e metodico repertorio di conoscenza del territorio d'alta montagna del nostro Paese e conta oltre 50 titoli. Ogni guida monografica è dedicata a un gruppo montuoso con suggerimenti su mete di escursionismo,alpinismo e scialpinismo. Con ineguagliabile precisione vengono descritti: sentieri, rifugi, vie ferrate, il tutto corredato di foto a colori, disegni al tratto, cartine e quadri cartografici d'insieme. Preziosa l'immancabile indicazione sui livelli di difficoltà da consultare prima di mettersi in cammino. Un autentico patrimonio della storia dell'alpinismo e della cultura delle nostre montagne che ha accompagnato generazioni di alpinisti e amanti della montagna.

Duemila metri della nostra vita
0 0 0
Modern Books

Maestri, Cesare <1929- >

Duemila metri della nostra vita : le due facce del Cerro Torre / Cesare Maestri e Fernanda Maestri

Torino : Centro di documentazione alpina, c2002

Abstract: Nel 1970 Cesare Maestri torna al Cerro Torre per scalarlo una seconda volta, aprendo una nuova via. Il suo è un atto di sfida nei confronti di chi ha messo in dubbio la sua prima ascensione, compiuta nel 1959. In verità Maestri non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno, ma la sua decisione è irrinunciabilc e niente e nessuno potrà fermarlo. Nemmeno la moglie che, come tante mogli sconosciute di alpinisti famosi, vive perennemente in ansia per il suo uomo, e che questo nuovo proposito precipita nella disperazione. Partirà con lui, lo aiuterà ad ottenere i mezzi per raggiungere la montagna, ma come sempre il suo ruolo e la sua dannazione sarà quella di attendere. Questo libro, scritto a quattro mani, è la storia di due battaglie: quella di Cesare contro il ghiaccio, il vento, le valanghe e le enormi difficoltà per raggiungere la sua meta; e quella di Fernanda contro lo sconforto, l'angoscia e la tentazione di annullamento. Ed è la prima volta, nella storia della letteratura di montagna, che accanto alla voce del protagonista di un'impresa si leva anche quella di chi aspetta e soffre ma accetta perché ama e comprende. Duemila metri della nostra vita, pubblicato per la prima volta nel 1972, ha vinto il premio Bancarella Sport 1974.

Scalata all'infinito
0 0 0
Modern Books

Dalla Porta Xidias, Spiro <1917-2017 >

Scalata all'infinito / Spiro Dalla Porta Xydias

Grugliasco (To) : Edizioni Arti grafiche San Rocco, 2002