Calvi, Luca

(Persona)


Opere collegate

 

CATALOGO UNICO DEI BENI CULTURALI DEL MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA - CAI-TORINO
BIBLIOTECA NAZIONALE CAICENTRO DOCUMENTAZIONE MUSEOMONTAGNA
 CINETECA STORICA E VIDEOTECA MUSEOMONTAGNA
 BIBLIOTECHE SEZIONALI DEL CLUB ALPINO ITALIANO

  

 

 


Encontrados 10 documentos.

Selvaggio dentro
0 0 0
Libros Modernos

Yates, Simon <1963- >

Selvaggio dentro : scalate selle montagne più remote ed isolate del mondo / Simon Yates ; traduzione di Luca Calvi

Scarmagno : Priuli & Verlucca, 2021

I licheni ; 120

Resumen: Citare Simon Yates, nel mondo della letteratura alpinistica e di avventura, significa parlare di «colui che tagliò la corda» cui era appeso Joe Simpson, perché l'avventura sul Siula Grande, raccontata nel film Touching the Void (La morte sospesa) ha dato notorietà mondiale ai due giovani scalatori. A differenza di Simpson, però, Simon Yates ha continuato il proprio percorso di ricerca nel campo dell'alpinismo e dell'avventura, dell'esplorazione, andando alla ricerca della magia dell'ignoto, dell'incertezza dell'esito della sfida nei luoghi più inospitali del mondo, come la Cordillera Darwin nella Tierra del Fuego, nelle catene Wrangell-Saint Elias sul confine tra Alaska e Yukon e in Groenlandia. Questa sua tensione alla continua ricerca e, contemporaneamente, la coscienza della raggiunta maturità grazie al matrimonio ed alla nascita dei fi gli, porta l'Autore a presentare i viaggi e le avventure della sua maturità alla ricerca della forza degli elementi e della suggestione del Bello e dell'Ignoto. Con uno stile ed uno humour assolutamente british, l'autore ci vuol far capire che in questo mondo, piccolo e sovraffollato, esistono ancora luoghi selvaggi da preservare, dove ci sono sempre nuove avventure da affrontare e nuovi orizzonti da oltrepassare, avvertendoci che «oggi più che mai le montagne sono ciò che noi facciamo di loro, oppure ciò che vorremmo esse fossero».

Oltre il possibile
0 0 0
Libros Modernos

Purja, Nirmal

Oltre il possibile : un soldato, quattordici vette, la mia vita nella zona della Morte / Nimsdai [i.e. Nirmal] Purja ; traduzione di Luca Calvi

Milano : Solferino, 2020

In salita
0 0 0
Libros Modernos

Bonington, Christian <1934- >

In salita : una vita al limite / Chris Bonington ; traduzione di Luca e Sara Calvi

Milano : Solferino, 2020

Tracce

La mia scelta
0 0 0
Libros Modernos

Wielicki, Krzysztof <1950- >

La mia scelta : vita e imprese di una leggenda dell'alpinismo polacco / Krzysztof Wielicki ; [con Piotr Drożdż] ; traduzione e adattamento di Luca Calvi

Milano : Ulrico Hoepli, 2019

Stelle alpine ; 6

Le Dolomiti friulane
0 0 0
Libros Modernos

Calvi, Luca - Calvi, Luca - Cipriani, Eugenio <1959- > - Cipriani, Eugenio <1959- >

Le Dolomiti friulane : il viaggio 1900-1906 / Luca Calvi, Eugenio Maria Cipriani

Pordenone : Biblioteca dell'immagine, 2019

Storie delle regioni ; 4

L'assassinio dell'impossibile
0 0 0
Libros Modernos

Messner, Reinhold <1944- >

L'assassinio dell'impossibile : grandi scalatori di tutto il mondo discutono sui confini dell'alpinismo / Reinhold Messner ; a cura di Luca Calvi e Sandro Filippini

Milano : Rizzoli, 2018

Resumen: Nel 1968 ha luogo un cambiamento epocale nei valori che guidano l’alpinismo su roccia: Reinhold Messner riesce nella sua prima ascensione più difficile, quella al Pilastro di Mezzo sul Sass dla Crusc nelle Dolomiti, il tutto mentre Royal Robbins lancia dalla Yosemite Valley l’appello per il clean climbing. Dieci anni prima era diventata di moda l’arrampicata artificiale, ma nell’anno della rivoluzione studentesca, Reinhold Messner con il suo articolo L’assassinio dell’impossibile lancia l’appello per la rinuncia agli aiuti tecnologici nelle scalate. Ha così inizio il movimento dell’arrampicata libera. In questo volume i curatori hanno raccolto i contributi dei migliori climber del mondo che hanno voluto esprimersi sullo sviluppo e sullo stato attuale dell’arrampicata tradizionale e di quella libera. Chiude il volume Ciò che resta dell’impossibile di Reinhold Messner, che fa il punto sullo stato attuale dell’alpinismo dichiarando “L’alpinismo, esattamente come prima, è sogno”.

Alla scoperta di mondi glaciali
0 0 0
Libros Modernos

Berger, Frank - Decarli, Riccardo

Alla scoperta di mondi glaciali : Julius Payer, ritratto di alpinista, viaggiatore polare e pittore / Frank Berger, Riccardo Decarli ; traduzione di Luca Calvi

[Lecco] : Alpine studio, 2015

La pietra infuocata
0 0 0
Libros Modernos

Knez, Franček - Knez, Franček

La pietra infuocata / di Franček Knez ; traduzione e cura di Luca Calvi

Lecco : Alpine studio, 2014

Resumen: Francek Knez, alpinista sloveno celebre per le sue ascensioni in tutto il mondo e per il suo carattere introverso, umile e risoluto. La sua attività ha inizio nel 1973 e da quel momento inizia ad arrampicare con una costanza sorprendente, collezionando più di 700 prime ascensioni, disseminate nell’intero arco alpino. Poi viene per lui il tempo delle grandi pareti del Sud America e dell’Himalaya. Poco propenso a concedersi alla folla e alla stampa, ha sorpreso tutti regalando questa autobiografia, dimostrando una capacità di osservare, di narrare e di giocare con la scrittura non inferiore a quella da lui mostrata sulle più ardite pareti del mondo. Uno spaccato di vita potente, ma con un tono inatteso: quello di un’umiltà disarmante e di un tale poeticismo che non ci si aspetta da colui che può essere considerato un semidio dell’alpinismo.

Jerzy Kukuczka
0 0 0
Libros Modernos

Jerzy Kukuczka : un grande tra i giganti della Terra / biografia ufficiale a cura di Cecylia Kukuczka

Lecco : Alpine studio, 2012

Resumen: Jerzy Kukuczka, conosciuto affettuosamente come Jurek, è stato il secondo uomo al mondo ad aver conquistato le vette dei 14 Ottomila, finendo la sua corsa solo un mese dopo Reinhold Messner, nel 1987. Jurek fu uno dei più grandi alpinisti del mondo e un accanito sostenitore delle salite in stile alpino in Himalaya, senza Fuso di ossigeno e disdegnando le imponenti e goffe spedizioni che erano tipiche di quegli anni in Himalaya. Nel breve tempo di otto anni, Kukuczka salì gli Ottomila della Terra rispettando le regole di un gioco che ancor oggi è poco conosciuto e compreso. Un confronto che gli impose di salire quelle vette con l'umiltà e il rispetto di non rincorrere una triste collezione di vie normali, ma vie nuove e prime invernali. Seguendo questo suo modo di essere, sui giganti di 8000 metri ha aperto sette vie nuove e compiuto ben quattro prime salite invernali! Dotato di una perseveranza senza eguali e di una capacità di adattamento unica, in molte di queste incredibili imprese ha avuto come compagni alcuni tra i più grandi nomi dell'alpinismo mondiale come Wojtek Kurtyka, Krzysztof Wielicki e Carlos Carsolio. Per una decina di volte costretto a bivacchi di fortuna oltre la zona della morte - alcune perfino nell'inverno Himalayano - Kukuczka ha vissuto la sua esistenza nella gabbia del sistema politico sovietico, che mandava in spedizione i propri alpinisti con mezzi tecnici e abbigliamento quasi primitivi, e con riserve alimentari molto scarse e razionate.

La  fiamma dell'avventura
0 0 0
Libros Modernos

Yates, Simon <1963- > - Yates, Simon <1963- >

La fiamma dell'avventura / di Simon Yates ; traduzione di Luca Calvi ; [prefazione di Roberto Mantovani]

Lecco : Alpine studio, 2011

Resumen: La storia di questo scalatore è famosa in tutto il mondo e il suo nome è irrimediabilmente legato alla vicenda del Siula Grande, sulla cui parete Ovest si è svolta una delle più incredibili vicende alpinistiche di ogni tempo. Simon Yates è oggi conosciuto - ingiustamente - come l'uomo che ha tagliato la corda. In realtà si tratta di uno dei migliori alpinisti britannici, la cui brama di avventura lo ha portato tra le grandi montagne del Nepal, del Pakistan e del Sud America. Un libro in cui traspare la tipica evasione degli alpinisti inglesi negli anni '80, il cui unico obiettivo era scappare dalla routine casalinga e vivere alla grande una vita tra rocce e aria. Questo libro racconta la vita di Simon Yates come alpinista estremo, un libro tradotto in tutto il mondo e che mancava solo in Italia. La vita di un ragazzo che la comunità alpinistica internazionale ha già ampiamente giustificato, grazie anche alla difesa incondizionata del protagonista principale, quel Joe Simpson che all'autore ha voluto dedicare il suoi libro Touching the Void con queste semplici e risolute parole: A Simon Yates, per un debito che non potrò mai saldare.