Biblioteca "Italo Grassi" CAI Varallo Sesia

Biblioteca "Italo Grassi" CAI Varallo Sesia

Contacts

Biblioteca CAI Sezione di VARALLO "Italo Grassi"
Via C. Durio,14, 13019 Varallo Sesia
0163 51530

Stiamo riversando il nostro catalogo in CAISiDoc, dove sono già visibili più di 9400 titoli  dei 10.150 volumi presenti in biblioteca.

Da fine Luglio 2016, grazie alla disponibilità della sede italiana di Amazon che ce ne ha fatto omaggio, offriamo in prestito 5 ereader sui quali si può leggere  una scelta di ebook di montagna. Ecco alcuni dei 28 titoli a disposizione:  Free il Cerro Torre ed io di  David Lama, Seppelliti nel cielo di Amanda Padoan e Peter Zuckermann, La scalata impossibile di Jennifer Jordan, Nel silenzio dell'aquila di Mirna Fornasier, Contare i passi di Carla De Bernardi, Trappola di ghiaccio di Luigi De Conti, Viento bianco di Rudi Vittori, K2 la verità di Walter Bonatti, Quando il rischio è vita di Carlo Mauri, In vetta al mondo di Daniele Nardi, Non ti farò aspettare di Nives Meroi, Montagna dentro di Hervé Barmasse........

Arnica detta Nicca: la nostra mascotte

Da fine febbraio 2018 su suggerimento della Presidente  Susanna Zaninetti, il Consiglio Sezionale ha affidato la gestione dell'Archivio Storico alla nostra biblioteca. Tra i vari progetti che abbiamo in mente per promuovere questa realtà, siamo orgogliosi di informarvi che la catalogazione dei libri di vetta e dei rifugi sezionali è terminata a fine 2023. Sono più di 300 documenti, dei quali circa la metà provengono dai  nostri rifugi storici come la Capanna Gnifetti e la Capanna Regina Margherita sul Monte Rosa. Contemporaneamente è stato fatto un inventario delle vette sulle quali è presente un registro firme curato dalla nostra sezione, perchè sono parecchie le altre associazioni, i comuni valsesiani e a volte anche i privati che hanno a cuore questo tipo di manoscritti.

 

Valsesia: di tutto un po' dal 2007 al 2016

i 15 più antichi registri firme della Capanna Gnifetti

Selezione registri firme Capanna Regina Margherita

guide di scialpinismo

leggende delle alpi