Quattro signori a Parigi vanno
0 0 0

Quattro signori a Parigi vanno

Titre et contributions: Quattro signori a Parigi vanno

Données de la musique imprimée: [Parte]

Description physique: 1 parte (p. 418-420)

Langue: ita (Langue du texte, du film, etc.)

Notes de contenu:
  • Testo: 1. Quattro signori a Parigi vanno a commerciare e a dividere il bottino; la guerra han fatto, altro più non sanno, e la vittoria vuol la pace-inganno. Il tribunale han confezionato di giudicare la pace imputata e la giustizia han dimenticato: han troppa fame, han voglia di rubar. 2. Finito giugno, pace non è fatta in sette mesi e più di discussione; fan fallimento, tutto il mondo scatta, gambe per aria par che debba andar. Evviva dunque la rivoluzione, la borghesia più non regnerà, il bolscevismo sta per trionfare: o dunque, o popolo, unito sta! 3. La dittatura del proletariato, dopo la Russia, avremo in tutto il mondo. Evviva il Soviet, Lenin glorificato in un gran simbolo di civiltà! Evviva dunque la rivoluzione... ecc. Bibliografia: E. Jona, S. Liberovici, M. Straniero, “Contro la <Grande Guerra>“, in “Il Contemporaneo”, n. 37, giugno 1961, pp. 155 e sgg. A.V. Savona, M.L. Straniero, Canti della grande guerra, Garzanti, Milano 1981, p. 418. Discografia: Il bosco degli alberi, L'Italia nelle canzoni: 200 anni di storia raccontati dalla parte popolare; I Dischi del Sole, DS 307/9 - DS 310/12. Canti comunisti italiani, Maria Monti, I Dischi del Sole, DS 12. Le canzoni de “La grande paura”, Settembre 1920, L'occupazione delle fabbriche, Collettivo teatrale di Parma, I Dischi del Sole, DS 1000/2.
Tout voir

Dernières critiques insérées

Aucune critique

Intégrer le code

Copiez et collez le code HTML ci-dessous sur votre site.